Trends

Cos’è il cottagecore? Stile vintage per econostalgici

Avete notato? Ultimamente su Instagram e Tiktok impazzano immagini di ragazze con fiori tra i capelli, che indossano vestiti lunghi e romantici mentre bevono il té o passeggiano in campagna. E’ l’estetica cottagecore, un nuovo stile di vita che a noi vintage minds piace da matti.

Cottagecore: un movimento, e una filosofia

cottagecore moodboard

Sarà il momento difficile che stiamo vivendo, sarà il desiderio di fuga dalla realtà che un po’ tutti nascondiamo, ma il ritorno ad una vita semplice, rurale, pulita e tanto retrò piace moltissimo. Così, il movimento cottagecore identifica questi valori per quel che si può in una società moderna: con gli abiti, con i lavori quotidiani (cucire, fare il pane), con l’arredo della casa. Una “vita contadina” molto idealizzata e romantica, sicuramente diversa dalle durezze e privazioni che spesso sopportavano i nostri avi nei campi, ma anche ecologica nel valorizzare il recupero e il riciclo.

Cottagecore vintage, lo stile “prateria” neo-romantico

Lo sapevate? Il cottagecore è in realtà un’invenzione anni 70/80: si chiamava stile prateria o neo-romantico, e sia nei valori che nel look era praticamente identico a quello di oggi. La regina del trend? Laura Ashley, che si ispirava anche agli outfit del primo ‘900. I suoi abiti originali si trovano ancora sui grandi stores, e ne trovate due anche in fondo alla pagina!

Credetemi: il neo-romantico campestre negli anni 70 e 80 non era un fenomeno di nicchia, ma imperversava ovunque. Dai cataloghi Postal Market ai grandi magazzini, ci si vestiva tutte così. Persino mia madre indossava gonne fiorite a balze e camicette con le ruches! Moltissimi altri brands hanno seguito il trend, tra i quali Cacharel (lo stesso profumo Anais aveva un’immagine cottagecore), Ralph Lauren (nella sua versione lord del maniero) e l’italiano Naj Oleari.

Instagram outfits cottagecore

Basta visitare l’apposito hashtag, e di outfit da copiare se ne trovano a migliaia. Le ragazze cottagecore non solo hanno look fantastici, ma sembrano anche bravissime a fare foto! Ne ho scelta qualcuna particolarmente “ispirante”…

Cottagecore… shopping

In realtà dovremmo fare da sole: una vera ragazza di campagna del secolo scorso cuciva i propri abiti da sé! Tra tutorial su youtube, cartamodelli anche gratuiti e tanta buona volontà, non è poi così difficile provare a cucire almeno una gonna. Ma se proprio non si è tagliate e non si ha neppure una macchina da cucire economica, beh… un peccatuccio di shopping per una volta non sarà una tragedia!

Lo stile cottage non può prescindere dai vestitini romantici: eccone uno corto di Missguided in un rosa tenerissimo, e accanto la versione superclassica “prateria” anni’70 in azzurro cielo, di Self Portrait.

Anche la gonna giusta non può che essere fiorata e con la balza al fondo, come questa di Topshop. Delizioso e romanticissimo anche il golf giallo di Harrods.

Due bluse diverse ma con lo stesso mood cottagecore: da Asos una camicia sfiziosa con cinta in vita, orlo asimmetrico e maniche a sbuffo molto anni 80. Di Pull & Bear invece la superclassica cottage bianca, tutta sbuffante e traforata. Il prezzo è irresistibile!

Potevo rinunciare al vintage di Laura Ashley? Ecco scovati due capolavori direttamente dagli anni ’80. A sinistra uno splendido abito in cotone bianco con pallide rose blu, a destra un abito azzurro stampato a fiori con fiocco in vita. Entrambi su Ebay, per le più brave ad accaparrarseli.

Potrebbe piacerti...

2 commenti

  1. davvero particolare questo stile molto vintage!

    http://www.enricasciarretta.com

  2. Non sapevo che si chiamasse così ma ricordo benissimo quanto andasse di moda negli anni 80!
    Don’t Call Me Fashion Blogger
    Facebook
    Bloglovin’

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *